VISIONI PER ROMA – BASTA POCO ….. CHE CI VUOLE!

san-silvestro-ante

Un nuovo episodio di Visioni per Roma sulla vicenda, mai chiarita, di una piazza…..scoprite quale.

di Monica Sgandurra per Paesaggiocritico

Volutamente ho evitato per mesi di passarci. Ho schivato questo luogo come un vampiro fa con l’acquasanta, ma prima o poi doveva succedere. In un piovigginoso pomeriggio di metà dicembre armata di ombrellino violaceo ho tentato l’immersione in questo spazioso vuoto, cercando di vincere una fastidiosa ritrosia che mi faceva continuamente cambiare tragitto.
Finalmente arrivo e …… dov’è la piazza? Dove l’hanno messa? E soprattutto come hanno fatto a trasformare le antiche fioriere di cemento in vasetti dalle discutibili proporzioni che continuano ad essere sparse come coriandoli sulla vuota superficie?
Intendiamoci, non ho nulla contro il vuoto, anzi, come paesaggista ne apprezzo la coerenza e come progettista che non ama Aldo Rossi, adoro il vuoto della piazza di Fontiveggie, soprattutto nelle meravigliose fotografie dell’indimenticabile Gabriele Basilico.
Ma questo luogo è più di un vuoto, non è il nulla, e neanche un esercizio di stile: è una realtà sbagliata.
L’unico guizzo che poteva far ricordare di trovarci dentro una piazza romana in epoca natalizia, oltre ai ciclamini rossi dei vasetti, è stata la casetta di un solitario Babbo Natale che aspettava orde inesistenti di bambini per la classica fotografia sulla slitta. Il piccolo prefabbricato se ne stava lì solitario e tristemente ravvivato da uno sconsolato luccichio, il tutto immerso in un vuoto profondo. Questa estate la stessa sorte è toccata ad alcune fioriere che sono state messe al centro della piazza per rianimare un po’ la situazione, ma anche qui il rimedio è stato peggiore del male.
san-silvestro-forest

Ed ecco che una soluzione mi arriva subitanea davanti agli occhi. E’ semplice, basta chiudere l’ellisse e trasformare le scomode sedute in un bordo, un ciglio, un cordolo. Dentro, senza rompere nulla, si può riempire lo spazio con della terra e piantare uno scompaginato boschetto, forse anche delle fioriture. Certo, bisognerebbe spendere ancora un po’ di soldi, realizzare ancora qualche metro lineare di quelle panchine in travertino, fare qualche buco di drenaggio, forse mantenere su un lato un piccolo scivolo per poter salire al livello del boschetto, o forse no, ma basterebbe poco per cambiare, capovolgere la situazione. E qui mi viene in mente una proposta che fece a suo tempo Enzo Pinci per la piazza: un’ellisse, con boschetto e al centro una fontana. Quasi uguale! Accidenti!!!
E allora, che si fa? In questi periodi pre elettorali dove tutti promettono tutto, dove compaiono dal nulla arredi in forma di panchine, cestini e fioriere, perché non promettere un po’ d’ombra in questo posto che ancora non riesco a chiamare piazza?
Nell’attesa una mia collega mi ha suggerito un uso terapeutico da lei sperimentato. Se hai problemi di schiena e ti trovi a passare lì dopo il tramonto, te ne stai seduta sulle panchine pseudo michelangiolesche per 20-30 minuti e il calore rilasciato dalla pietra scioglie qualsiasi contrattura. Provare per credere.
Naturalmente stavo parlando di piazza san Silvestro.

Annunci

Un pensiero riguardo “VISIONI PER ROMA – BASTA POCO ….. CHE CI VUOLE!

  1. Funziona benissimo anche d’inverno, come cura crioterapica. Ho provato a sedermi qualche settimana fa, in uno dei rari giorni in cui quei serpentoni pseodo-Michelangioleschi erano asciutti. Tempo cinque secondi mi sono gelato il fondischiena, ho recitato il calendario dei Santi Patroni e sono scappato da questo luogo di perdizione. Bella l’idea di degradarlo a costoso cordolo di contenimento di un grande terrapieno/fioriera. Mi propongo come scariolante volontario.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...