Festival del verde e del Paesaggio “Giardininterrazza 2012″ – REPORT #3 – di tutto un po’

“Le strade medievali a differenza di quelle romane, dotate di una loro nomenclatura ufficiale, si identificavano con dei soprannomi derivanti soprattutto dalle origini e dalla meta. Nel Medioevo il nome “Via Francigena” qualificava una via (o meglio un fascio di vie, che neI tratti locali potevano anche assumere denominazioni variabili) che metteva in comunicazione i territori italici con il mondo d’Oltralpe. Nella Padania, ad esempio, veniva preferito l’appellativo di Romea poiché, per le popolazioni locali, la meta romana era molto più ricca di suggestioni rispetto a quella d’Oltralpe. Quella di Romea e quella di Francigena saranno le due denominazioni più fequentemente date alla Via nel corso del Medioevo.”
Serena Savelli da Francigena StreetView

Abbiamo già scritto che Giardininterrazza è un evento abbastanza unico nella scena del paesaggio italiano. In questo ultimo articolo dedicato al Festival del Verde e del Paesaggio 2012 abbiamo intenzione di confermare questa asserzione con altri tre video.
Nel primo, per chi se la fosse persa, potete vedere l’inaugurazione ufficiale di Giardininterrazza 2012 con l’introduzione delle Follie 2012 da parte degli autori delle Follie 2011.
Nel secondo potete seguire l’intervento di Stalker – Osservatorio Nomade, in cui due dei fondatori parlano dell’esperienza di Primavera Romana, una iniziativa che ha avuto un grande seguito nella capitale. Primavera Romana nacque come laboratorio di esplorazione della città, in particolare della fascia esterna periurbana, luogo di cambiamento e transizione interessantissimo che in pochi però vivono, e poi si è evoluta in esperienze partecipative tutte con l’intento di far comprendere la grande quantità di risorse umane ed ambientali che offrono parti di città apparentemente inutili e senza identità. Consiglio vivamente di guardare il video sino alla fine.
Nel terzo video, abbiamo filmato un divertente momento di critica alla nostra società. Si tratta di una improvvisata piece teatrale scritta da Serena Savelli che, di fronte alla proposta di raccontare l’esperienza personale maturata nel percorrere il tratto italiano della via Francigena, ha preferito proporre una parodia di questo viaggio ricco di insidie e contrattempi dovuti agli atti scellerati dell’incurante natura umana. Alla piccola commedia hanno partecipato la stessa Serena Savelli, la bella Ilaria Menichetti, Lucio Lorenzo Pettine, Lorenza Gasparella, ed anche io con una brevissima voce fuori campo.
Chiudiamo il nostro resoconto di Giardininterrazza 2012 con questo articolo e ci auguriamo di rivedere un nuovo ed ancora più entusiasmante Festival del Verde e del Paesaggio l’anno venturo.

Aggiornamento
Sotto ai tre video trovate un altro video, le foto e le tre tavole (nella galleria) relative ad un interessante Workshop di Progettazione Ambientale organizzato dai docenti A. Battisti e F. Tucci del dipartimento DATA della Sapienza, coadiuvati da vari assistenti tra i quali Maria Beatrice Andreucci che ci ha gentilmente inviato i risultati del lavoro svolto dagli studenti.

Francesco Tonini



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...