Raffaele De Vico e le magnolie di viale della Civiltà e del Lavoro

Siamo alle solite. Ogni volta che faccio una passeggiata per Roma è inevitabile che mi imbatta nelle opere del mio idolo paesaggista: Raffaele De Vico. Chi come lui ha avuto così tanto peso nel consegnarci la grande Roma che oggi conosciamo? Diamo spesso per assodato che taluni spazi pubblici e parchi della nostra città più maestosa siano li da sempre: il giardino della cascata, parco Nemorense, parco della Resistenza, il giardino degli Aranci, piazza Mazzini, la Passeggiata del Giappone, i giardini degli Ulivi, parti del giardino zoologico, perfino i sentieri della pineta di Ostia. Invece sono tutte opere dell’intelletto di Raffaele De Vico e la lista dei suoi contributi capitolini sarebbe ancora lunghissima.

Sono arrivato alla convinzione che se Raffaele De Vico non avesse lavorato come “consulente per la progettazione tecnico-artistica dei parchi e dei giardini”, negli anni roventi del fascismo e della preparazione dell’Esposizione Universale di Roma, la capitale avrebbe oggi un aspetto molto diverso. La grande capacità di Raffaele De Vico di riuscire ad influenzare la direzione dell’Ufficio Parchi e Giardini ed addirittura il Duce, come nel caso delle Esedre Arboree al Vittoriano, è leggendaria e proverbiale. Solo un grande uomo poteva opporsi con successo all’eccessivo monumentalismo fascista ed allo stile eclettico piacentiniano, ed un grande uomo con la passione per il paesaggio, i giardini e le specie vegetali, doveva essere necessariamente anche un grande paesaggista.

Il doppio filare di magnolie è stato pensato e realizzato nel 1939. Si arrivò a questa idea grazie al nostro illustre predecessore, e non facciamo fatica a capire che debba aver lottato per far comprendere l’importanza di queste alberature all’interno della solennità del viale della Civilità e del Lavoro.
Il viale rappresenta infatti l’asse trasversale più vigoroso dell’EUR, collegando visivamente il palazzo della Civiltà sul suo possente basamento (Quadrato della Concordia) con il grande Palazzo dei Congressi, posizionato sull’altra sponda di via Imperiale, oggi via Cristoforo Colombo.
Le grandi massi geometriche delle magnolie possono oggi considerarsi un vanto. Non ho mai visto altrove dei filari così imponenti, anche se a fine inverno, il periodo in cui sono state scattate le fotografie, le magnolie avevano subito i ridimensionamenti delle potature e del freddo.
E’ inutile dire che il viale della Civiltà sarebbe molto più bello senza la presenza continua delle automobili parcheggiate, che levano gran parte del gusto di questa magnifica vista.
Un appunto sulle fontane di viale della Civiltà: sembra che non fossero state previste nei progetti, ma che nella foga del veloce completamento dell’Esposizione furono realizzate di getto, da chi non lo sappiamo.
Spingiamo chiunque a visitare il viale ed a sostare sotto le magnolie, specialmente nelle ore vicino al tramonto, una esperienza unica.

Francesco Tonini

Annunci

Un pensiero riguardo “Raffaele De Vico e le magnolie di viale della Civiltà e del Lavoro

  1. Mi kiamo Irma Svaluto. Abito al quartiere Montagnola, quindi a due minuti dal viale della Civilta’. Sono nel 45 quindi le evoluzione dell’EUR le ho viste tutte. Quando ero bambina e con mio padre ,Gabriele, passavamo davanti alle fontane di p.zza Marconi (VIALE DELLA CIVILTA’), mio padre mi diceva sempre ke qelle fontane le aveva fatte lui,un capo mastro di una ditta veneta ke era sceso a Roma x contribuire alla costruzione dell’EUR
    Un grande uomo nato in Austria da genitori veneti ke scels. e da ragazzo( i famosi ragazzi del’99)di essere italiano e venire a combattere in Italia. Fatelo sapere x favora ai veneti di oggi e portare rispetto a tutti le persone cadute x l’ITALIA.Grazie x avermi dato la possibilita’ di raccontare questo piccolo documento di storia italiana, lo dovevo a mio padre Irma Svaluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...