02/08-15/08 – FRANCIGENA STREETVIEW – 16 GAMBASSI TERME SAN MINIATO 17 SAN MINIATO ALTOPASCIO 18 ALTOPASCIO LUCCA 19 LUCCA VALPROMARO PIETRASANTA 20 PIETRASANTA MASSA AVENZA


Ci svegliamo nella canonica di Santa Maria in Chianni restituita all’uso dei pellegrini dall’intraprendenza a dalla passione di Anna, architetta-ospitalera nonché cuoca (per l’estate) e di suo marito. Ci svegliamo con calma perché aspettiamo ospiti da Arezzo: Elena, cara, carissima compagna di università ora carioca di adozione (per lavoro e per amore) e sua mammanGloria, grande appassionata di camminate e di paesaggi.

Mentre le aspettiamo facciamo colazione al forno di Gambassi che ostenta con orgoglio un’ insegna certificante….continua a leggere la tappa 16 GAMBASSI TERME–SAN MINIATO….


Durante il rituale mattutino della scrittura di una frase sul registro dei pellegrini abbiamo modo di farci contagiare da un po’ di ansia da asfalto. Tutti i pensieri sui quali mi e’ caduto l’occhio lamentano strade pericolosissime, rimproveravano l’assoluta ignavia dei comuni coinvolti gridando persino al miracolo per il semplice fatto di essere ancora vivi.

Dal momento che conosco bene la calma eccessiva e l’accettazione con la quale, in generale, i pellegrini son soliti….continua a leggere la tappa 17 SAN MINIATO-ALTOPASCIO….


Dopo aver messo la chiave sotto la porta del Comune lasciamo Altopascio dalla strada principale. Si passa sotto il cavalcavia dell’autostrada che taglia a meta’ la figura della torre campanaria che guida chi arriva da nord, poi sopra i binari della ferrovia dove una colonna di macchine impazienti aspetta l’elevazione della sbarra. La cittadina, fondata come spedale, un tempo fu invisibile tra le nebbie delle paludi, guidava a s’è i pellegrini coi rintocchi della Smarrita nei giorni nebulosi in cui non poteva farlo la sagoma del campanile. Oggi le paludi lasciano il posto ai….continua a leggere la tappa 18 ALTOPASCIO-LUCCA….


Dopo una notte inquieta passata nel via vai e gli schiamazzi delle camerate dell’ ostello San Frediano, popolate da studenti, turisti e vacanzieri dai bioritmi giustamente diversi dai nostri camminiamo sui giardini delle mura, popolatissimi all’alba.

Lasciamo Lucca da porta San Donato seguendo, tra le altre indicazioni, quelle di una suora alla quale mi scordo di chiedere come mai in una città come Lucca, che per secoli ha vissuto di ospitalità ai pellegrini che da ogni dove accorrevano ad adorare la Veronica, non ci sia….continua a leggere la tappa 19 LUCCA-VALPROMARO-PIETRASANTA….


Dismessi gli improbabili panni temporanei di chi viene in Versilia per stare tappato in casa a studiare, salutati amici e mamma a Viareggio (dove siamo andati in 7 min di treno), finiti di scrivere un articolo ed un poster per il dottorato senza aver fatto neanche un bagno (anche a causa delle politiche locali per le quali anche il mare si paga che hanno scioccato Lucio facendogli rimpiangere i cancelli di Ostia) dopo un’ultima serata pietrasantina con tanto di teatro e chiacchiere al bar finalmente si riparte. Un ultim’occhiata alle mura della Rocca, che chiudono la quinta del versante coltivato ad olivi facendo da sfondo alla piazza del Duomo (fatta caratteristicamente da tre pareti architettoniche ed una di paesaggio) si cammina via per una delle strade parallele dell’impianto regolare della cittadina ideale incontrando il….continua a leggere la tappa 20 PIETRASANTA-MASSA-AVENZA….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...