28/07-01/08 – FRANCIGENA STREETVIEW – 12 PONTE D’ARBIA SIENA, 13 SIENA MONTERIGGIONI, 14 MONTERIGGIONI SAN GIMIGNANO, 15 SAN GIMIGNANO GAMBASSI TERME

20110729-091025.jpg

Da Ponte d’Arbia si imbocca subito una sterrata che si inoltra nei campi, parallela alla ferrovia. Per quattro chilometri il paesaggio rimane invariato nella sua struttura… Ci si muove in mezzo alla valle, da una parte il terrapieno della ferrovia che scherma la vista dall’altra lo sguardo spazia per centinaia di metri sui campi delimitati dalla fascia di vegetazione ripariale che corre lungo il Sorra. Le sagome dei pioppi si stagliano sul giallo delle stoppie retrostanti che tingono….Leggi ancora la tappa 12….

20110730-064215.jpg

Usciamo da Siena dalla porta d’ingresso, quella che “COR MAGIS TIBI SENA PANDIT”, quella che avvertiva il Pellegrino che arrivava di come Siena stesse aprendo z lui molto più di una porta, ma il cuore! A noi in particolare lo ha aperto, oltre a suor Ginetta dello spedale di S. Girolamo, la contrada della Torre. Ieri sera ci siamo mescolati tra i contradaioli, seduti ad uno delle centinaia di tavole e tavolate imbandite per strada. D’altronde non era la cena della veglia, quella vietata ai non contradaioli, quella per la quale le famiglie si dividono, ognuno torna nel grembo….Leggi ancora la tappa 13….

20110802-081603.jpg

Usciamo dalla corona di Monteriggioni scivolando, nel vero senso della parola, per la pavimentazione ripidissima che si inclina sotto porta San Giovanni. Scendiamo tra gli olivi e le vigne che ornano l’ immediato contado del castello costituendo parte imprescindibile della sua bellezza. Facciamo le prime centinaia di metri rischiando di inciampare ad ogni passo, col collo sempre piegato indietro per vedere come Monteriggioni si rimpicciolisce e s’innalza. Ovviamente tutti i numerosi, giovanissimi intervistati di Siena, hanno citato il castello quale iconema sovraordinato ad ogni altro visto nella tappa.

A dispetto di quanto paventato dai premurosi ospitaleri….Leggi ancora la tappa 14….

20110801-072713.jpg

Ci svegliamo nell letto della celletta del monastero di S. Agostino ( vicino a porta San Giacomo, intra moenia ) che dava in dotazione, oltre agli affreschi di Benozzo Gozzoli, una stanza privata, bagno, doccia in camera e colazione. Le suore benedettine prima ospitavano a offerta libera, ma per 10 anni hanno avuto modo di verificare l’umana tendenza ad approfittarsi pertanto hanno introdotto una tariffa fissa a 25 euro. Le suore, ci dicono di stare mettendo via soldi per restaurare uno stanzone del 1100 per mettere delle per i pellegrini che viaggiano con poco e che, a detta loro, le fanno impazzire con contrattazioni estenuanti sul prezzo. Che dire….Leggi ancora la tappa 15….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...