Gérard Buttoud, “Perché il Paesaggio conta” – IV Colloquio Internazionale sull’Ambiente ed il Paesaggio

Non abbiamo potuto fare a meno di attestare che Gérard Buttoud è un professionista brillante, analitico come solo oltralpe è possibile. Buttoud è attualmente visiting professor presso l’Università della Tuscia. Abbiamo registrato questo suo imperdibile intervento lo scorso maggio, durante il IV Colloquio Internazionale sull’Ambiente ed il Paesaggio ospitato dalla Sapienza. Nel video, il professore francese presenta i risultati di uno studio, da lui diretto durante la presidenza del consiglio scientifico dell’Osservatorio Europeo della Foresta di Montagna. Il laboratorio dell’osservatorio è stato attivo dal 1996 al 2006, ed è stato finanziato e condotto da Francia, Norvegia e Svizzera. La fine dello studio si è materializzata nella redazione del libro bianco sulla foresta di montagna, che ha raccolto ed ordinato i dati rilevati utili alla gestione delle foreste montane. Lo studio, commissionato dalla politica, ha assunto importanza strategica per fare in modo che il paesaggio facesse parte integrante delle politiche per la gestione delle foreste.
Perché il paesaggio di montagna è così utile a rappresentare uno studio di carattere generale? Perché è facilmente individuabile e comprensibile da chiunque, e perché è molto sentito dal punto di vista turistico.
Capita abbastanza sovente che il paesaggio dei parchi delle alpi non sia spontaneo, bensì costruito, finto. Lo si può capire li dove non vi è presenza di coltivazioni, e contemporaneamente vi è abbondanza di foreste (spesso monospecie) e prati falciati. Questi prati, lavorati solo per il fieno, restituiscono una immagine pulita del paesaggio, ma fanno sorgere due constatazioni:
– il paesaggio è socialmente costruito, quindi non ha molto a che fare con la natura, ma piuttosto con la cultura.
– il paesaggio non è definibile in termini oggettivi, ognuno ha una opinione diversa sul paesaggio, con il risultato che il paesaggio può essere costruito arbitrariamente sul profitto.
Quale è quidi il valore del paesaggio, come si fa a certificarne il valore?
Buttoud dice che è quasi impossibile stabilire il valore di un paesaggio. Perchè il paesaggio abbia un valore, deve essere certificato da dei parametri, che però cambiano di volta in volta. La questione di nuovo è: come si può agire sul paesaggio per avere uno sviluppo nella direzione voluta? Ma cosa è il paesaggio? La Convenzione Europea del Paesaggio ci dice che il paesaggio cambia da cultura a cultura.
In linea generale vi è sicuramente una richiestra di ricreazione della foresta e del paesaggio in aree montane, ma vi è una differenza di visione conflittuale tra operatori turistici, operatori produttivi locali (contadini, filiera del legno) ed infine lo stesso Stato.
La foresta nazionale, vista come bene comune, è solitamente indirizzata all’utilizzo turistico, ma il paesaggio non può essere solo foresta e viceversa, il paesaggio rurale esiste solo se esistono le condizioni economiche e politiche perché esista.
Il paesaggio è un bene comune, ma è anche una risorsa contesa, che deve essere messa a disposizione della comunità. E’ bene che la comunità debba contribuire anche economicamente all’esistenza del paesaggio, perchè gli attori rurali non sono in grado di garantire il paesaggio nell’accezione più ampia.
La complessità e variabilità del paesaggio può essere garantita solo se si mette in condizione la comunità locale di salvaguardare l’utilizzo del territorio contestualmente alla gestione del paesaggio comune, composto principalmente di foreste e facilitazioni turistiche.
E’ necessario quindi trovare un equilibrio tra il valore economico del paesaggio, cioè il valore dato dalla sua produttività rurale, forestale e turistica ed il valore simbolico culturale del paesaggio, che anche se non direttamente quantificabile economicamente, da valore ad un territorio, ad una regione, alla bellezza di una nazione.
Le conclusioni di Buttoud, come l’introduzione del concetto del Brandscaping, le lasciamo al video, da non perdere.

Francesco Tonini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...