Leggere Giardini, la recensione di Lucilla #15 – Il paesaggio e libri di viaggio

Ora che Serena S. e Lucio Lorenzo P. sono in viaggio, mi sentirei in dovere di consigliarvi tutta la serie di libri che loro citano nel loro diario di pa(e)ssaggio, ma ho anche pensato che Serena, egregia dottoranda, sia in grado, più di quanto lo sono io, di farvene una recensione accurata. In fondo io ho letto sempre solo per il piacere della lettura e lei, oltre a quello, l’ha fatto per motivi finalizzati allo studio e alla una sua formazione di paesaggista.
Ho qui accanto a me una piccola pila di libri e mi limiterò a elencarvi gli autori e i libri, prevedendo che lei, al suo ritorno, ne farà una recensione esauriente. Poi non sono libri da portare in vacanza e da leggere sotto l’ombrellone.

Assunto R. Il paesaggio e l’estetica 1994 Palermo Edizioni Novecento (Il paesaggio e l’estetica)
Rosario Assunto (1915/1994) è stato professore di Estetica presso l’Università di Urbino e poi presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Roma.
La prima edizione di questo libro è del 1973, ancora in tempi basati sul convincimento che la natura fosse la nemica contro cui l’uomo deve combattere e la bellezza quanto di più peregrina al mondo. Fu tacciato di essere un reazionario. Lo era anche, ma molte delle idee che nelle pagine di questo libro diedero scandalo, sono nel frattempo divenute la base di una nuova filosofia tuttaltro che reazionaria. Tosto.

Sereni E. Storia del paesaggio agrario italiano 1961 Bari Edizioni Laterza (Storia del paesaggio agrario italiano)
Questo libro è giunto ormai alla tredicesima edizione.
Emilio Sereni (1907 / 1977). Antifascista della prima ora, esule, partecipò alla Resistenza e alla vita politica del dopoguerra come ministro e senatore.
Questo libro è una specie di bibbia per gli studiosi del paesaggio.

Turri E. Semiologia del paesaggio italiano 1990 Venezia Marsilio Editore
Il paesaggio come teatro 1998 Venezia Marsilio Editore (Il paesaggio come teatro.)
Il paesaggio e il silenzio 2004 Venezia Marsilio Editore (Il paesaggio e il silenzio)
Eugenio Turri era un geografo e un semiologo. Veronese, per anni ha insegnato geografia del paesaggio alla Facoltà di Architettura e Urbanistica del Politecnico di Milano.
Libri fondamentali.

Jakob M. Paesaggio e letteratura 2005 Firenze Olschki Editore (Paesaggio e letteratura )
Il paesaggio 2009 Bologna Il Mulino (Il paesaggio )
Il giardino allo specchio 2009 Torino Bollati&Boringhieri (Il giardino allo specchio.)
Questi tre libri, anche se non sono leggerini, sono molto divertenti e appassionanti. Io li ho letti tutti d’un fiato come se fossero romanzi, per questo ve li consiglio anche sotto l’ombrellone. Con la matita per sottolineare alcune frasi, mi raccomando.

Bordini S. Appunti sul paesaggio nell’arte mediale 2010 Milano Postmedia Srl (Appunti sul paesaggio nell’arte mediale)
Silvia Bordini è una storica dell’arte, docente all’Università di Roma La Sapienza, e si è sempre dedicata al paesaggio ( il suo primo libro è “Storia del panorama” del 1984) e alla storia del rapporto tra l’arte e la tecnica, analizzando in particolare i linguaggi artistici che utilizzano le tecnologie elettroniche e digitali.
Richard Long, Gerry Schum, Bill Viola, Robert Cahen, Studio Azzurro, Fabrizio Plessi, Mary Lucier, Luc Courchesne, Andrea Aquilani, Luca Vitone e altri, sono gli artisti presi in esame dalla Bordini in questo piccolo libro che un giovane paesaggista dovrebbe affrontare per avere una visione su quello che succede oggi nella rappresentazione del paesaggio nel mondo dell’arte.

Ed ora vorrei consigliarvi una piccola serie di libri (romanzi, diari, cronache etc) molto piacevoli, ma anche importanti, da leggere sotto l’ombrellone oppure a letto, durante gli afosi pomeriggi di quest’estate. Il paesaggio e il viaggio o una città in un particolare momento storico sono protagonisti o comparse importanti di ognuno di loro. Quasi tutti sono libri editi da anni e probabilmente non li troverete nelle librerie, ma li potrete trovare tranquillamente in internet.

Savarese N. Cose d’Italia 1991 Palermo Sellerio editore (Cose d’Italia )
Fa parte di una piccola collana di libri “L’Italia” ideata e progettata da Leonardo Sciascia nel 1989 per Elvira Sellerio. Alla morte di Sciascia la cura della collana è stata affidata a Salvatore S. Nigro.
Nino Savarese è uno scrittore siciliano nato a Enna nel 1882 e morto a Roma nel 1945. Incredibilmente poco noto, forse a causa della sua indole schiva, fu molto amato da Sciascia e da Consolo. Qualcuno ha definito questo librino un ritratto geologico dell’Italia, altri hanno appellato il suo autore “poeta delle pietre”. E’ il racconto dei viaggi che Savarese fece tra il 1930 e il 1932 tra le varie regioni d’Italia, dalle”pietre dell’Umbria” alle “pietre nobili e meravigliose” di Venezia; dai nuraghi sardi alla “terra chiara” dell’Appennino marchigiano; dai massi bianchi dell’Abruzzo alle ceneri di Pompei; dai colli toscani alle lave dell’Etna.
A tutti gli effetti si può dire che Savarese sia stato un vero critico del paesaggio.

Gadda C, E. Le meraviglie d’Italia 1964 Torino Einaudi (Le meraviglie d’Italia)
Io posseggo questa edizione, ma ho visto che il libro è stato ristampato dalla Garzanti nel 2003.
Che dirvi? Gadda (1893 – 1973) è uno dei nostri più grandi e innovativi scrittori.
Questo libro è una raccolta di scritti, alcuni dei quali risalgono al 1937. Sono scritti autobiografici, annotazioni di viaggio, articoli sui servizi pubblici di Milano tra le due guerre, divagazioni sul costruire e scatti d’ira sul mal costruire, rievocazioni letterarie e artistiche, una ricetta di cucina…
Lombardia, Veneto, Piemonte, Abruzzo (sempre l’Abruzzo!), Roma…

Durrell L. Riflessi di una venere marina 1993 Firenze Giunti editori
Lawrence Durrel è il fratello maggiore di Gerald, quello di “La mia famiglia e gli altri animali”.
E’ stato un grandissimo scrittore, forse un tantino trascurato, ed ha la stessa verve e lo stesso senso dell’umorismo di suo fratello. Leggendolo si scoprirà che ha anche lo stesso interesse per la natura.
In questo libro, ambientato nel 1945, Durrel viene mandato dal comando inglese nell’isola di Rodi, che lui ben conosce per avervi soggiornato con la famiglia alcuni anni, a riorganizzare la pubblicazione dei quotidiani. In compagnia di personaggi eterogenei e pittoreschi, ma anche un tantinello equivoci, lo scrittore ci conduce per feste di paese, in visita a monasteri, in gita alle isolette vicine, a correre con la macchina e a bere e a chiacchierare fino alle ore piccole.
In appendice c’è uno straordinario piccolo calendario dei fiori e dei santi di Rodi e un compendio dei rimedi dei contadini.
Esilarante, ma anche molto preciso nelle descrizioni dei luoghi.

Fante J. Chiedi alla polvere 1994 Milano Marcos y Marcos ed. (Chiedi alla polvere )
Non è un vero libro sul paesaggio, quasi tutto ambientato nella Los Angeles della fine degli anni ’30, ma nell’ultima parte del romanzo c’è una descrizione del deserto californiano-messicano indimenticabile. A parte ciò, è un libro tenero, drammatico, divertente. Mi era piaciuto tanto.

Mc Carthy C. La strada 2007 Torino Einaudi (La strada )
Cormac McCarthy è anche l’autore di “Non è un paese per vecchi”.
Questo libro va bene per chi soffre molto il caldo e ha bisogno di agghiacciarsi un po’. Racconta il viaggio a piedi tra gli stati degli Stati Uniti di un padre con il suo bambino in un epoca non ben definita. Una cronaca un po’ simile a quella di Serena e Lucio, ma con uno spirito e un paesaggio molto diversi. Bello, ma dopo leggetevi Topolino.

Annunci

Un pensiero riguardo “Leggere Giardini, la recensione di Lucilla #15 – Il paesaggio e libri di viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...