Il minimo da leggere per chi vuole essere Paesaggista

Il percorso per divenire Architetto del Paesaggio implica, per raggiungere una sensibilità sufficiente ad essere “professionali”, una vastissima conoscenza di materie molto lontane tra loro, ma strettamente connesse per acquisire la capacità di comprendere gli spazi che si andranno a progettare. Non mi sono mai accorto che negli anni la mia piccola biblioteca si è allargata a dismisura e, nonostante questo, comprendo che la mia conoscenza del Paesaggio, inteso nella sua accezione più ampia, è ancora incerta. Non è un caso che coloro che possono essere definiti realmente Architetti del Paesaggio, sono tutte persone che hanno navigato molti anni nella vita e nel “mestiere”, al fine di arrivare a quella saggezza che si raggiunge solo con la maturità.

Questo articolo tenta di indicare la dispensa di letture che portano ad acquisire gli strumenti minimi per praticare la professione in maniera “onesta”, oppure se preferite, “se non li leggo è inutile che provo a fare il Paesaggista”:

i libri di storia dei giardini e del paesaggio da quello di Grimal a quelli di Franco Panzini e di Alessandra Muntoni, Punto linea e superficie di Kandinsky, L’immagine della città di Kevin Lynch, i libri di Ippolito Pizzetti, i libri sulla storia dei giardini di Roma di Massimo de Vico Fallani;

le monografie dei grandi paesaggisti italiani: Raffaele de Vico, Scarpa, Porcinai, Pizzetti (quando uscirà la prima monografia dello studio A&P correte a leggerla) e stranieri: Burle Marx, Barragan, la scuola americana Halprin, Eckbo, Church, Royston, Walker, Schwartz, quella europea Gustafson, Desvigne e Dalnoky, Torres La Pena, Bet Figueras,  West 8, Miralles, Corajoud, Anderson etc, la filosofia dei paesaggisti giapponesi;

le monografie degli artisti (permettono un salto di qualità enorme a livello compositivo e di sensibilità): Kandinsky, Klee, Mondrian, Malevich, Turner etc;

dei buoni libri di Botanica, di Fitogeografia (se potete, seguite le lezioni di Di Pietro a Roma), delle specie vegetali Italiane autoctone, storia della natura d’Italia di Pratesi e tutto quello che potete leggere su alberi, arbusti, piante di ogni tipo e storia delle foreste, dei boschi etc;

le monografie dei fotografi del Paesaggio italiani:  Basilico, Berengo Gardin, Chiaramonte, Guidi, Ghirri etc. e stranieri: Meyerowitz, Shore, Atget etc;

un buon libro sulla Storia dell’Architettura Contemporanea (anche se sarebbe meglio seguire un corso opzionale a riguardo), i libri degli storici di architettura e dell’urbanistica italiani: Zevi, Benevolo, Quaroni, Tafuri, Ostilio Rossi etc;

monografie di architetti  italiani: da Palladio al ‘900, Terragni, Libera, Moretti, Ridolfi, Ponti, Nervi, Samonà, etc; e stranieri: Le Corbusier, Mies Van Der Rohe, Aalto, Kahn, Neutra etc;

altri libri per accrescere le conoscenze e la sensibilità: Poetica dello Spazio di Bachelard, Spazio Tempo ed Architettura di Giedion, i libri di Rudolf Arnheim, Astrazione ed Empatia di Worringer, i libri di Calvino, Borges etc;

riviste specifiche sul Paesaggio ed infine, tanta curiosità. Di libri se ne potevano indicare altri ed alcuni tra quelli importanti ci saranno sicuramente sfuggiti. Chiunque ritenga che in questa lista vadano aggiunti altri libri imperdibili, non esiti a comunicarcelo per favore.

Francesco Tonini

Annunci

4 pensieri riguardo “Il minimo da leggere per chi vuole essere Paesaggista

  1. Sì, tanto vale iscriversi alla facoltà di architettura e poi fare un corso di specializzazione in architettura del paesaggio! Complimenti ancora……!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...