In memoria di Bet Figueras

 

Orto Botanico Barcellona - foto di ALEJOBAGUE

La paesaggista Bet Figueras è scomparsa lo scorso 15 aprile. Nonostante  non fosse Italiana bensì Spagnola, e non abbia realizzato opere paesaggistiche nel nostro paese eccetto una partecipazione ad Ortus Artis nel 2004, ci sentiamo in dovere di ricordarla tra i maestri del paesaggio del secondo ‘900.

Nata a Barcellona nel 1957 ha studiato Architettura del Paesaggio in California, presso l’università di Berkeley per finire gli studi ad Edimburgo nel 1982. Da subito inizia ad avvicinarsi all’insegnamento presso l’ETSAB di Barcellona e nello stesso 1983 apre il suo studio professionale. Grazie alla sua instancabile passione nel 1985 inizia a collaborare con la Unidad de Proyectos Metropolitanos di Barcellona.

Quello che colpisce di Bet Figueras non sono i molti progetti ed attività che è riuscita ad avviare in una così breve vita ma è la qualità delle sue realizzazioni mai scontate, sempre riconoscibili senza sfociare nel divismo di architetti più noti. I suoi progetti hanno catalizzato l’attenzione del pubblico mondiale grazie al coraggio di voler affrontare il paesaggio sotto punti di vista diversi da quello comune allo stesso tempo rispettando le nuove priorità della società: l’ambiente e la bellezza della natura. Non a caso, assieme a Carlos Ferrater e a Jose Luis Canosa vince nel 1998 il concorso per l’orto botanico di Barcellona (nel 1993 vinse quello per l’orto botanico di Compostela) finito di realizzare nel 2001, che resta una delle pietre miliari della disciplina di Architettura del Paesaggio. Gli altri progetti degni di nota sono molti e testimoniano la capacità di Bet Figueras di gestire luoghi a forte connotazione naturale con progetti di ordine umano capaci di elevare la naturalità a luogo meraviglioso. Citiamo i concorsi vinti del parco O’ Donnel di Madrid nel 2002, del lungomare di Malaga del 2003 e la realizzazione di uno dei giardini a tema nel Parco della Villette di Parigi nel 1998 e quella del giardino del Tanatorio de l’Horta, Barcellona nel 2005.

Recentemente nel 2009 assieme a Joao Ferreira Nunes ed a Carlos Infantes Garcia ha vinto il concorso per il Parque de Valdebebas di Madrid con il progetto Sol y Sombra, un sistema delicato di vegetazione, vasche, lagune, strutture e percorsi che disegnano un ambiente naturale per accogliere gli abitanti dei vicini quartieri. Purtroppo non potrà vederlo realizzato e di questo ci dispiace molto.

In ricordo di Bet Figueras

Advertisements

2 pensieri riguardo “In memoria di Bet Figueras

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...