Strumenti Urbanistici: i P.R.U.

 

I Programmi di Recupero Urbano (P.R.U.) sono degli “Strumenti Urbanistici” basati su due leggi promulgate all’inizio degli anni ’90: la legge n.179 del 1992 “norme per l’edilizia residenziale pubblica” e la legge n.493 del 1993 “per l’accelerazione degli investimenti ed il sostegno dell’occupazione e per la semplificazione dei procedimenti in materia edilizia”. La n.179 del 1992 definì le finalità e modalità della programmazione, la copertura finanziaria, obiettivi sociali speciali, i contributi di edilizia agevolata, i soggetti operanti e soprattutto definì i programmi integrati di intervento, strumenti poi utilizzati per riqualificare non solo l’abitato ma anche gli spazi pubblici delle periferie, nell’art. 16:

Al fine di riqualificare il tessuto urbanistico, edilizio ed ambientale, i comuni promuovono la formazione di programmi integrati. Il programma integrato è caratterizzato dalla presenza di pluralità di funzioni (…) ivi comprese le opere di urbanizzazione, da una dimensione tale da incidere sulla riorganizzazione urbana……

Nei commi successivi stabilisce i soggetti attori dei programmi integrati e la loro coordinazione con altri strumenti urbanistici.

L’articolo è stato fondamentale assieme alla legge, per l’introduzione di un nuovo strumento che divenne di grande utilità per le amministrazioni locali, che poterono così procedere ad azioni concrete e dirette coordinate con le imprese edilizie private.

La legge n.493 del 1993 snellì alcune procedure burocratiche per accelerare i processi di investimento e di occupazione in materia edilizia e definisce a sua volta i P.R.U. nell’articolo 11 al comma 2:

I programmi di recupero urbano sono costituiti da un insieme sistematico di opere finalizzate alla realizzazione, alla manutenzione e all’ammodernamento delle urbanizzazioni primarie, con particolare attenzione ai problemi di accessibilità degli impianti e dei servizi a rete, e delle urbanizzazioni secondarie, alla edificazione di completamento e di integrazione dei complessi urbanistici esistenti, nonché all’inserimento di elementi di arredo urbano, alla manutenzione ordinaria e straordinaria, al restauro e ai risanamento conservativo e alla ristrutturazione edilizia degli edifici.

Poi nel comma 3 stabilisce un altro fatto importante:

I programmi di recupero urbano da realizzare, sulla base di una proposta unitaria con il concorso di risorse pubbliche e private, sono proposti al comune da soggetti pubblici e privati, anche associati tra di loro.

Ecco che con due leggi avvedute a distanza di un anno si risolse il problema della immobilità dei comuni in materia di riqualificazione delle periferie, cresciute a dismisura anche a causa dell’abusivismo, e si riuscì anche a rilanciare l’economia italiana.

A distanza di quasi 20 anni dalla promulgazione di queste leggi e di quasi 6 dalla firma del primo accordo di programma tra Regione Lazio, Comune di Roma e Costruttori Romani (nel luglio del 2004), si potrebbe pensare che questo strumento sia già stato definitivamente utilizzato. Purtroppo non è così: molti P.R.U. di Roma devono ancora essere realizzati anche se alcuni sono in una fase di accelerata concretizzazione per evitare l’accavallamento con le previsioni del nuovo P.R.G.. Quel che è certo è che la fase di definizione dei programmi di recupero è stata chiusa con questi numeri: 1,8 miliardi di euro investiti (rapporto pubblico privato di circa 1 a 9) per 11 programmi (Acilia, Corviale, Fidene, Labaro, Laurentino, Magliana, Palmarola, Primavalle, San Basilio, Tor Bella Monaca, Valle Aurelia), con 331 opere pubbliche realizzate.

Vogliamo solo pervenire ad una considerazione conclusiva sull’utilità di questi strumenti. I P.R.U. sono diventati, assieme ad altri strumenti di pianificazione, misure fondamentali per permettere alle periferie di Roma di divenire luoghi di qualità da abitare.

Francesco Tonini

Annunci

2 pensieri riguardo “Strumenti Urbanistici: i P.R.U.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...