PUP a Roma, è davvero una risposta al degrado? – il caso di via Guglielmo degli Ubertini al Pigneto

Ci siamo già occupati un paio di volte di progetti di spazi pubblici provenienti da finanziamenti privati attivati attraverso lo strumento del PUP (Piano Urbano Parcheggi), come nel caso del gradevole Largo Agosta e della piccola piazza Eugenio Biffi. Quando si parla del PUP bisogna pesare bene le parole perché la loro realizzazione tocca molti interessi privati contrastanti, sia a favore che contro la loro realizzazione.
Personalmente non sono affatto contrario al PUP: è uno strumento e come ogni strumento è chi lo utilizza che può farlo in modo giusto o sbagliato. Dal 2006, anno di attivazione del PUP nella capitale, si sono venute a creare delle condizioni favorevoli alla continua a leggere….